Pecora della valle del Belìce

vastedda della valle Belìce

  L'area di produzione della Vastedda ha una fortissima tradizione nell'attività casearia e l'ovinicoltura.
Ancora oggi l’allevamento delle pecore è prevalentemente di tipo tradizionale, praticato in ovili a gestione familiare o semindustriale. L'allevamento al pascolo libero e spontaneo ha effetti positivi sulla qualità del latte, che conferisce alla Vastedda della Valle del Belìce le sue peculiarità.
Da sempre viene utilizzato per la produzione della Vastedda latte di pecora autoctona, oggi elevata a razza Valle del Belìce nota per la produzione di un latte con buone caratteristiche casearie
Disciplinare di produzione Marchio DOP

Razza valle del Belìce


vastedda della valle Belìce

  La pecora belicina ha presumibilmente origine dalle numerose contaminazioni straniere che l'isola ha visto nel corso della storia. L'incrocio tra la razza pinzirita, originaria locale, con la razza comisana e sarda, ha generato una varietà di pecora divenuta autoctona nella valle del Belìce.
La selezione portata avanti dagli allevatori siciliani nei secoli e ultimamente dal Dipartimento S.EN.FI.MI.ZO.8 della Facoltà di Agraria di Palermo e dall’Associazione Regionale Allevatori hanno reso la pecora della Valle del Belice una tra le migliori razze ovine da latte in Italia ed in Europa.
Le caratteristiche attribuite a questa razza sono l'elevata produttività, dovuta alla presenza di un apparato mammario voluminoso e ben conformato e caratteristiche biologiche che conferiscono resistenza alle avversità climatiche e attitudine ai parti gemellari.
La conferma della potenzialita lattifera della razza viene dalle prove effettuate dall’Istituto di Zootecnia Generale di Palermo in cui sono stati monitorati diversi allevamenti nel territorio di Santa Margherita del Belìce. I risultati hanno fatto registrare produzioni medie di latte di 354+110 kg in 220+63 giorni di lattazione con una produzione giornaliera di 1,61+0,38 kg/d.
Il latte di questa specie nostrana mostra uno standard qualitativo che permane costante nell’intera lattazione. I buoni livelli di grasso e di proteine, ma soprattutto, la stabilità del pH con l’elevata percentuale di latte reattivo a buona coagulabilità, ne sottolineano la notevole attitudine casearia.
vastedda della valle Belìce